Articolo rivista FlyLine nel numero di Marzo/Aprile 1998

Bamboo La canna esagonale in bambù refendù è stata uno dei fulcri attorno al quale si è articolata la nostra disciplina fino all’avvento della grafite. Più leggera ed economica, più rapida, più pratica, indistruttibile o quasi, la canna in grafite ha facilmente avuto ragione della bellezza e della poesia. Peccato. L’artigiano che metteva passione e …

Articolo rivista FlyLine nel numero di Marzo/Aprile 1998 Leggi tutto »

Articolo pubblicato sul numero 06 del 2003 della rivista Fly Line

Approfondimento dedicato ad una tipologia di canne particolari, caratteristiche soprattutto dei grandi costruttori dell’est americano: le midge rods. Vengono menzionati alcuni dei più famosi costruttori di questo genere di canne, ed alcuni modelli ormai entrati a pieno diritto nel mito del rodmaking internazionale.Non c’è dubbio che le canne in bambù refendù vivono oggi una seconda …

Articolo pubblicato sul numero 06 del 2003 della rivista Fly Line Leggi tutto »

Articolo pubblicato nella rivista FlyLine nel numero di Sett/Ott 2005

Si pensa e si scrive che la canna in refendù sia ancora accettabile solo se corta, massimo di 7’ 6’’; ecco che qualcuno, con ottimi motivi ed esperienze, la pensa diversamente. BAMBOO ESSENCE A volte, raramente, capita di essere in un fiume nel posto giusto e nel momento migliore; sono situazioni che non dipendono da …

Articolo pubblicato nella rivista FlyLine nel numero di Sett/Ott 2005 Leggi tutto »

Pubblicato nella rivista Sedge & Mayfly nel numero 43 di agosto/settembre 2008 a cura di Enrico Rossi

Ritratto di un “bamboo rod-maker” italiano Ho conosciuto Edoardo Scapin nel 1997 dopo aver acquistato una sua “Precise” di 7’6” per coda # 5 presso un noto negozio bolognese di pesca a mosca. Negli anni precedenti, ero già passato da attrezzi in grafite molto veloci e performanti a canne dall’azione più dolce e progressiva, ed …

Pubblicato nella rivista Sedge & Mayfly nel numero 43 di agosto/settembre 2008 a cura di Enrico Rossi Leggi tutto »

La mia intervista per H2O

> Sappiamo che probabilmente, nonostante la giovane età, sei tra i più vecchi costruttori di canne in legno italiani, parlaci del tuo inizio.Beh all’inizio è stato un po‘ complicato, ma la passione è stata quella che mi ha spinto passo dopo passo ad affrontare le varie difficoltà e ad arrivare ai risultati odierni. Eravamo in piena …

La mia intervista per H2O Leggi tutto »

Torna su